MALNUTRIZIONE INFANTILE

26 Nov 2018 no comments isabella Categories Uncategorized

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha dovuto affrontare il problema di un numero sempre più crescente di bambini obesi.
Nel 2016, la Commission on Ending Childhood Obesity, istituita dall’Oms nel 2014, ha pubblicato un documento che descrive in modo esaustivo gli interventi necessari a contrastare l’obesità infantile.

Questi provvedimenti hanno anche lo scopo di porre un freno alla diffusione della malnutrizione infantile. Infatti, nella società odierna, la quasi totalità dei bambini assume alimenti qualitativamente scadenti.

Analizziamo insieme queste raccomandazioni.

1. Promuovere l’assunzione di alimenti salutari

È necessario proporre sempre ai bambini prodotti sani affinché autonomamente imparino a sceglierli.

2. Promuovere l’attività fisica

Lo scopo di questo intervento è quello di ridurre le ore di sedentarietà dei bambini. Ad esempio andare a scuola in bici piuttosto che in macchina, utilizzare le scale anziché l’ascensore e giocare al parco invece di guardare la televisione. L’attività fisica intesa come corso a pagamento non è sufficiente per definire un bambino dinamico.

3. Prestare attenzione a fasi critiche della vita quali l’epoca pre-concezionale e la gravidanza

Una donna dovrebbe seguire una sana alimentazione non solo nel periodo gestazionale ma anche nel periodo pre-concezionale. Questo atteggiamento aiuterebbe il feto a sviluppare un metabolismo corretto e preparerebbe la madre ad educare il bambino a mangiare correttamente.

4. Alimentazione corretta ed attività fisica durante la prima infanzia

La famiglia deve impegnarsi ad assicurare al bambino uno stile di vita sano.

5. Salute, alimentazione ed attività fisica per i bambini in età scolare

La scuola deve occuparsi di educare i bambini a seguire un’adeguata alimentazione e a svolgere attività fisica.

6. Gestione del peso

Il controllo del peso del bambino rappresenta l’ultima raccomandazione della Commission on Ending Childhood Obesity. Se i provvedimenti descritti precedentemente fossero effettivamente applicati, questo intervento sarebbe importante solo per un numero limitato di bambini.

Concludo dicendo che, l’impegno di tutti avrebbe un impatto benefico non solo sulla salute dei bambini ma anche della popolazione e spero che questo articolo riesca a suscitare l’interesse che tale tematica merita.

BIBLIOGRAFIA
Report of the commission on ending childhood obesity, World Health Organization, 2016